Rimuovere la licenza terminal server client dal client

Per chi come me ogni spesso deve affrontare il mondo delle licenze microsoft (da cui si trae vigore a supporto del mondo open) può far comodo sapere come rimuovere completamente una licenza terminal server client.

Premessa:

Sui server windows è possibile attivare i cosiddetti “Terminal Services” che abilitano a collegarsi tramite un programma che gestisce il protocollo RDP , “Desktop Remoto” in ambiente windows e, fra gli altri, l’ottimo remina in ambiente ubuntu (Remote Desktop Client) .

Tramite questi programmi  si può aprire una sessione RDP sul server windows (anche su linux ma su questo farò un altro articolo) e l’utenza aperta tramite questo protocollo è ospitata per intero sul server windows remotizzando tastiera, video e mouse (anche altre periferiche ma anche questo sarà oggetto di un altro articolo).

Le licenze:

Siccome in casa microsoft le cose si pagana tutto oltre alla licenza di windows server (per poter installare il server) e alle licenze cliente per utente o per dispositivo (per poter usare le risorse messe a disposizione del server come una share di rete) serve in questo caso anche una licenza “terminal service client” per poter aprire una sessione RDP sul server windows. Anche questo tipo di licenza si suddivide a seconda che se si vogliano conteggiare i dispositivi che si collegano piuttosto che gli utenti. Se si sceglie la modalità per dispositivo la cosa funziona così: il server, la prima volta che un dispositivo si collega gli assegna una licenza temporanea che ha una validità di 90 giorni, poi al successivo collegamento controlla se è disponibile una licenza e gliela assegna. Ne consegue che anche se abbiamo usato tutte le licenze un dispositivo può comunque collegarsi per 90 giorni al massimo dopodiché, se la licenza temporanea non è stata convertita in definitiva gli verrà negato l’accesso. Una volta assegnata la licenza definitiva ne viene controllato l’utilizzo e se il dispositivo non si collega per un intervallo temporale, che il server casualmente determina partendo da un minimo di 52 fino a un massimo di 89 giorni la licenza verrà revocata. L’intento di Microsoft è di fare in modo che un normale uso delle licenze consenta di cambiare dispositivo gestendo automaticamente la rotazione delle licenze.

Può accadere però che ci si trovi nella condizione di aver bisogno di nuove licenze senza poter aspettare i tempi del gestore delle licenze, ad esempio perché si è dovuto riformattare alcuni pc.

In questo caso si deve usare la Microsoft Management Console (basta digitare mmc dal menu start/esegui) e attivare il plug-in del gestore delle licenze terminal server, se state usando la mmc sul server dove è installato il server di gestione delle licenze del terminal server (scusate se sembra un gioco di parole), non avrete difficoltà a localizzare il plug-in dall’elenco visualizzato una volta premuto il tasto Ctrl-M, altrimenti avete due alternative: fare una ricerca su google o aspettare un ulteriore mio articolo (ma cominciano ad essere tanti per arrivare in tempi ragionevoli). Una volta trovato il plug-in esplorate le licenze fino ad arrivare a visualizzare i nomi dei dispositivi da revocare, cosa che potete fare con un semplice click del tasto destro del mouse. A titolo di nota vi ricordo che si possono revocare le sole licenze device e non quelle user (anche perchè quelle user vengono tracciate ma non controllate). A questo punto il token della licenza rilasciata sarà disponibile per un nuovo dispositivo (o lo stesso reinstallato) . Un ulteriore difficoltà è data dal fatto che è possibile revocare solo il 20% di ogni tipo di licenza acquistata, Se si supera questo numero è necessario reinstallare i database delle licenze.

Se invece il vecchio dispostivo è semplicemente destinato ad altri usi può venir comodo togliere dal registry di windows le informazioni sulla licenza che era stata assegnata in maniera da evitare confusioni in futuro. Per fare cioè, dopo aver fatto un backup come misura precauzionale, aprite il registry  alla chiave :

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\MSLicensing.

Individuate la chiave che vi interessa e cancellatela.

Come sempre alla prossima.
p.s.
i file interessati al database delle licenze sono:
edb.chk (checkpoint file)
edb.log ( log file)
edbres00001.jrs, edbres00002.jrs (Win2K8) ,res1.log, res2.log (Win2K3) (Reserve transaction log files that serve as a drive space placeholder)
edbtmp.log (This is used as a template transaction log file)
TLSLic.edb (This is the actual Terminal Services Licensing database file)
tmp.edb (This is temporary workspace for processing transactions)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *